Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

La Teoria del Campo di Consapevolezza Unificato. Un nuovo approccio al Benessere per una Nuova Società!

La TEORIA DEL CAMPO DI CONSAPEVOLEZZA UNIFICATO intende spiegare i processi di funzionamento, legati alla salute di una persona, in relazione ai campi di Energia-Informata che lo compongono, e le loro interazioni con tutti gli altri campi esistenti in natura. Questo, secondo le correlazioni e le interconnessioni esistenti, in una visione sistemica e unitaria dell’Universo, e non solo.

In questo contesto, si conferma la visione in cui corpo-mente e Spirito sono correlati, e che la Consapevolezza è un processo profondo, intimo e fondamentale per la Salute. Essa non è, semplicemente uno stato di coscienza attiva, ma è un Ente senziente mediatore tra i campi che compongono l’essere umano, in una accezione non-locale e che potremmo anche chiamare Anima.

Da questo, si ricava un Nuovo approccio al Benessere, attraverso l’applicazione delle Tecniche Bioenergetiche del Metodo Summa Aurea® e attraverso i suoi Nuovi Operatori, la realizzazione quindi, di una Nuova Società.

Vediamo come!


La struttura dell’essere umano, secondo tale Teoria, si compone di 3 Enti Fondamentali (Fig.1):

  • Campo Elettrofisiologico
  • Campo Elettromagnetico esterno
  • Consapevolezza

 

Una persona, quando vive la sua vita all’interno della società, in base al livello di Consapevolezza che possiede avrà, di fronte ai vari eventi quotidiani, un’azione Consapevole e, quindi, un approccio equilibrato su come affrontarla, o una reazione emozionale condizionata (con paura, rabbia, frustrazione, ecc.).

A seconda di quale dei due approcci comportamentali si sia seguito, abbiamo una contrazione o una espansione del sistema umano.

Se il sistema biologico si altera abbiamo una disarmonia tra le componenti corpo, mente ed energia e quindi una espansione del sistema elettrofisiologico.

Questo significa che come spesso accade, un’emozione ha portato allo sviluppo di una modificazione energetica della persona che è, come detto, di natura elettrofisiologica.

Il perdurare nel tempo di questa alterazione, provoca una cristallizzazione energetica (collasso d’onda), nella parte del soma interessato, rendendo stabile la disarmonia.

Questa situazione è, quindi, dovuta ad una ridotta Consapevolezza, che porta ad una contrazione del campo elettromagnetico esterno che si riduce, e che era entrato, nel frattempo, in fibrillazione a causa del cambio energetico che era in atto, nella persona a livello elettrofisiologico.

Questa situazione si è formalizzata, con la cristallizzazione dell’energia a livello somatico (correlazione PNEI).

Opposta è, invece, la situazione con un approccio Consapevole agli eventi.

Qui siamo in uno stato di contrazione, di compattezza della parte elettrofisiologica, cioè in quello stato in cui l’essere umano è nella perfetta omeostasi, tra le varie componenti ulteriori in cui si divide: corpo, mente, energia e Anima.

Questo stato si verifica quando la persona svolge un percorso di consapevolezza ed è, quindi, in uno stato di armonia superiore, dovuto alla riduzione degli stati di malessere, a seguito della risoluzione delle dinamiche associate.

In questo stato d’essere, la persona si trova in piena armonia, con uno stato di connessione a sentimenti, che gli consentono il vivere con calma, serenità, pace, amore e gioia.

In questo contesto, vive nel distacco emozionale, immerso nei sentimenti che ha raggiunto, e slegata dalle dinamiche umane.

La sua mente è in quiete, e la sua Consapevolezza è ampia, e le frequenze cerebrali sono, mediamente, più basse della norma.

Il suo CEM (Campo ElettroMagnetico) è ampio e il suo stato di benessere è ottimo.

Questo è lo Stato a cui si dovrebbe tutti tendere, per essere in buona salute e in armonia.

A questo punto, ci si potrebbe chiedere come sia possibile migliorare la propria Consapevolezza per poter vivere gli eventi in modo più armonico, e meno preda delle dinamiche umane, e delle emozioni associate.

Per parlare del “come”, è necessario prima parlare del Cuore e del suo Campo Energetico.

Prendiamo in considerazione, a tal proposito, le ricerche dell’Istituto HeartMath che mostrano, in modo inequivocabile, che le informazioni sullo stato emotivo di una persona, vengono trasmesse in tutto il corpo, attraverso il CEM del cuore.

I modelli ritmici dei battiti del cuore, cambiano in modo significativo, quando sperimentiamo emozioni diverse.

Le emozioni negative, come la rabbia o la frustrazione, sono associate ad un irregolare e disordinato modello incoerente dei ritmi del cuore, mentre al contrario, l’amore, l’amorevolezza, l’apprezzamento sono associati ad una superficie ordinata, creando un modello coerente di attività ritmica del cuore.

Le ricerche hanno dimostrato che il cuore comunica al cervello, in quattro modi principali:

  • neurologico (impulsi nervosi)
  • biochimico (ormoni e neurotrasmettitori)
  • biofisico (onde pressorie)
  • energetico (interazioni di campi elettromagnetici)

La comunicazione lungo tutte queste vie, influisce in modo significativo sull’attività del cervello.

Quando il cuore, oscillatore principale, è in grado di imporre il suo ritmo, tutti gli altri sistemi oscillatori del corpo a tutti i livelli, fisico, emozionale, mentale, sono automaticamente armonizzati fra loro, dal ritmo principale.

Vengono allora ottimizzate tutte le funzioni specifiche.

Si viene a definire, anche secondo le ricerche dell’Istituto HeartMath, un altro percorso che è quello della CONSAPEVOLEZZA, che usa il cervello del cuore e tutto il suo potenziale di oscillatore principale.

A questo punto, potremmo dire che non è il cervello a generare la CONSAPEVOLEZZA, ma è il livello di CONSAPEVOLEZZA che determina quali parti del cervello vengono usate.

La parola Consapevolezza denota un fenomeno estremamente intimo, e di importanza cardinale. Non è un semplice essere informati, né un superficiale sapere, e si diparte anche dalla conoscenza, più intellettuale. La Consapevolezza è una condizione in cui la cognizione di qualcosa si fa interiore, profonda, perfettamente armonizzata col resto della persona, in un Uno coerente.

Potremmo definire la “Consapevolezza come stato d’essere che emerge dal prestare attenzione di proposito, nel momento presente e senza giudizio, scevri, quindi, da ogni tipo di emozione, allo scorrere dell’esperienza, momento dopo momento”.

Cioè: Interiorizzazione della coscienza!

Essere consapevoli di un contesto, infatti, ci rende intimamente coscienti del valore totale dell’oggetto di interazione.

Inoltre, dal nostro punto di vista, la Consapevolezza ha una profondità e uno spessore che non è semplicemente fisiologico, ma può essere legato alla nostra parte Animica-Spirituale.

In termini frequenziali primari, lo stato di coscienza è nell’ordine delle frequenze Beta, a livello cerebrale, mentre lo stato di Consapevolezza richiede una modificazione di coscienza che comporta frequenze cerebrali primarie più basse, almeno Theta o meglio ancora DELTA.

A questo punto si può parlare del “Come” e quindi dello Strumento, cioè del Metodo Summa Aurea® che consente di portare le nostre onde cerebrali allo stato DELTA.

Infatti, essendo la Consapevolezza un processo di interiorizzazione, esso può avvenire solo quando attiviamo un meccanismo percettivo, rivolto verso l’interno e ciò può avvenire quando attiviamo uno stato di coscienza cerebrale più calmo e rilassato.

Ma che tipo di Energia si utilizza nel Metodo Summa Aurea®?

L’Energia del Vuoto e le Onde Scalari: L’Energia che Crea la Vita!

Come sappiamo, il Vuoto dal punto di vista della Meccanica Quantistica, è pieno di Energia Potenziale.

Si parla, quindi, di fluttuazioni quantistiche del Vuoto.

Le particelle, le Onde che fuoriescono dal Vuoto, successivamente, prendono forma e, quindi, diventano Onde Elettromagnetiche.

Queste Onde sono le Onde Scalari!!!

Mostrano coerenza quantistica, ossia capacità di oscillazione “in fase”, diventando reali solo con l’atto dell’osservazione e della misurazione.

Sono, quindi, senza forma e attraverso l’Intenzione ne acquisiscono una!

Perché l’Intenzione?

La nostra Intenzione verso una situazione pone su di essa la nostra energia, e questa può, così, collassare e prendere forma.

L’osservatore influenza la realtà!

Gli epistemologi e gli scienziati ci dicono che l’osservatore non è neutrale durante l’osservazione, e non è in grado di descrivere i fenomeni, preesistenti all’osservazione stessa, poiché l’osservazione è legata alle teorie che ha scelto.

Perciò, alla nostra Intenzione sarà collegata un ben precisa frequenza energetica e in base alla energia di cui dispone, può collassare in un evento concreto.

Quindi, da un punto di vista della Fisica, mai combattere una situazione per evitare di fornirgli Energia e farla meglio manifestare…. ottenendo l’effetto opposto!!!

Bisogna focalizzare l’Energia, attraverso l’INTENTO, nella COSTRUZIONE DEL NUOVO!!!

Le Tecniche Bioenergetiche del Metodo Summa Aurea® si basano sull’utilizzo dell’Energia delle Onde Scalari.

Approfondiamo ora, necessariamente, che cosa sono le Onde Scalari.

Le Onde Scalari possono essere create avvolgendo i fili elettrici, formando una figura a forma di otto, in una bobina di Möbius. Quando una corrente elettrica scorre attraverso i fili in direzioni opposte, i campi elettromagnetici opposti dei due fili, si annullano a vicenda, creando un’onda Scalare.

Energia pronta per essere usata, per qualsiasi altra funzione!

Ora l’importanza delle Onde Scalari è dovuta al fatto che anche il cuore genera Onde Scalari!

Nel cuore, infatti, si trova il centro della bobina vascolare del Möbius: un’intersezione del sangue venoso che passa attraverso l’atrio destro, sovrapponendosi al sangue aortico che passa attraverso l’atrio sinistro.

L’intersezione della bobina di Möbius avviene proprio di fronte ai polmoni, che contengono un’enorme rete di connessioni capillari.

Questa rete capillare funge da batteria per la memorizzazione di Onde Scalari.

L’ISS ci dice che la prima causa di mortalità in Italia e anche nel mondo (qui per primo abbiamo le morti da guerra), sono le malattie cardiovascolari che, in Italia negli ultimi anni, rappresentano circa 200.000 morti annue.

Questo è dovuto al fatto che se il Campo Scalare del Cuore non è in fase con il Vuoto e si perdono, quindi, le Informazioni per un corretto stato di Benessere, ci si scollega dalla nostra Anima. Non siamo più guidati e viviamo nella separazione.

Lo squilibrio del Campo Scalare del Cuore modifica, quindi, sia il Campo Elettromagnetico, sia il Campo Elettrofisiologico delle persone.

I Nuovi Operatori, gli Operatori Bioenergetici del Metodo Summa Aurea®, sono in grado di risintonizzare il Campo Scalare personale e quello dei loro clienti, collegandosi al Vuoto (o Sorgente), in modo Consapevole e possono, così, riarmonizzare il Campo Scalare del Cuore, modificando lo stato Psicofisiologico ed Energetico della persona, facilitando la riconnessione con l’Anima.

Tali Operatori vedono lo stato di malessere di una persona, come uno squilibrio del campo frequenziale, e si adoperano per una riarmonizzazione del Campo del cuore prima, e poi attuano un ribilanciamento del sistema umano nel suo complesso, anche integrando altre discipline e lavorando, quindi, con un approccio multifrequenziale e Informazionale.

Sono facilitatori del Benessere altrui, supportando il cliente verso una comprensione del proprio stato, del perché del proprio squilibrio energetico, favorendo, così, la loro evoluzione e la crescita in Consapevolezza.

Questo è il Nuovo approccio al Benessere, attraverso i Nuovi Operatori più Consapevoli che rendono i loro clienti, a loro volta, più Consapevoli: Una Nuova Società basata sul “cuore”…sul recupero della connessione all’Anima!

 

Bibliografia

  1. Fabbroni R., Resta S., La Biofisica di un Trattamento energetico. La valenza scientifica delle pratiche ad approccio Bioenergetico, Rivista Scienze Biofisiche (11/2020) DOI: http://dx.medra.org/10.48274/ibi1
  2. Fabbroni R., Resta S., Sanna A., La paura di ammalarsi: andare incontro a ciò che si voleva evitare, Rivista Scienze Biofisiche (11/2020) DOI: http://dx.medra.org/10.48274/ibi2
  3. Fabbroni R., Resta S., Effetti Terapeutici del trattamento sull’infiammazione svolti con la TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea®, Rivista Scienze Biofisiche (11/2020)DOI: https://doi.org/10.48274/IBI3
    4. Molinari G., Fabbroni R., Il Principio di Risonanza in un trattamento energetico. Magnetosensing, Rivista Scienze Biofisiche (01/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI4
  4. Fabbroni R., Aspetti e funzionamento della TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea®, Rivista Scienze Biofisiche 1/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI5
  5. Fabbroni R., Ferreri V., La TB – Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea® integrata allo Shiatsu, alla Riflessologia e al Massaggio (alla Osteopatia, alla Fisioterapia),Rivista Scienze Biofisiche 01/2021 DOI: https://doi.org/10.48274/IBI6
  6. Fabbroni R., Teoria del Campo di Consapevolezza Unificata e la possibile conferma dell’esistenza dell’Anima, Rivista Scienze Biofisiche (03/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI7
  7. Argiolas V., Fabbroni R., Trattamento del Dolore Cronico: Emicrania senza aura e Cefalea a grappolo attraverso l’applicazione della TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea®), Rivista Scienze Biofisiche (02/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI8
  8. Calcei E., Fabbroni R., Cancro al seno: la TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea® come supporto nel Trattamento del Dolore e gestione dell’umore, Rivista Scienze Biofisiche (05 /2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI9
    10. Pagnoncelli D., Ledda M.E., Un’esperienza di scambi di trattamenti energetici con la TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea®,Rivista Scienze Biofisiche (02/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI10
    11. Fabbroni R., Sassola A., Capello Lorenzo P.,Psicosomatica, PNEI e PNEIS spiegate attraverso la Teoria del Campo di Consapevolezza Unificato – TCCU, Rivista Scienze Biofisiche (10/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI11
  9. Fabbroni R., Resta S., Pagnoncelli D., Tumore al seno maschile in crescita, quali cause e prevenzione? Il ruolo della Psiche nella manifestazione e proliferazione della malattia tumorale nello specifico caso e in linea generale sulla nascita e proliferazione del tumore. La Teoria del Campo di Consapevolezza Unificato fornisce un contributo a conferma del ruolo della Psiche e come poi la TB-Tecnica Bioenergetica secondo il Metodo Summa Aurea® può essere uno strumento di prevenzione ed eventuale supporto alla Terapia Medica, Rivista Scienze Biofisiche (10/2021) DOI: https://doi.org/10.48274/IBI12

Autore
Roberto Fabbroni
Fondatore del Metodo Summa Aurea

Presidente di A.I.O.S.A. e Dir. Scientifico I.B.I.

Leave a comment

Sede Legale A.I.O.S.A.:
Arzachena SS
Loc. Bilianusaldu 1
C.F. 91063900905

Cell. +39 345.5119796
Newsletter

La Newsletter è quella legata all'Istituto di Biofisica Informazionale e promotore di questo Progetto.

Iscrivendoti riceverai gratuitamente e in formato digitale anche la nostra Rivista di Medicina Integrativa Informazionale Scienze Biofisiche

A.I.O.S.A. – I.B.I. – Istituto Biofisica Informazionale ©. All Rights Reserved.